Chiesa della Madonna di Loreto, detta di S. Rocco

Sita lungo Via per Frosinone, a poca distanza dalla stazione ferroviaria fabraterna, la chiesetta dedicata al Comprotettore della città di Ceccano, San Rocco, il cui culto è presente in città fin dall’inizio del XVII secolo, è stata costruita nel XVIII per volontà della popolazione. Originariamente dedicata alla Madonna di Loreto, ospita oggi il culto di San Vito e, in maniera particolare, di San Rocco, santo a cui i ceccanesi sono particolarmente devoti a causa, probabilmente, della pestilenza che afflisse la popolazione nel 1630. È considerato da sempre un luogo pio anche grazie alla presenza di un eremita che abitava nella costruzione retrostante la chiesa, luogo oggi in possesso di privati, come lo è l’antico lazzaretto annesso. L’interno, molto semplice, è arricchito dalla balaustra in marmo messa a protezione del presbiterio, realizzata insieme all’altare nell’Anno Santo 1950, e dal trittico realizzato sulla parete di fondo dietro l’altare costituito da tre nicchie contenenti ognuna una statua lignea, la prima a destra di San Vito, del XVI secolo, quella al centro della Madonna di Loreto, anch’essa del XVI secolo, e quella di sinistra, per anni vacante, di San Pio da Pietralcina, che ha invece una fattura recente. In precedenza la nicchia di sinistra ospitava la statua di San Rocco ed era stata per questo modificata in altezza per adattarsi alle dimensioni della scultura. Oggi la nicchia presenta le dimensioni originali e la statua di San Rocco è stata posta al di sopra di un basamento in legno,  protetta dalla macchina processionale. 

I festeggiamenti in onore del Santo si svolgono ogni anno il 16 Agosto, cioè quando, dopo la Santa Messa, si porta la statua in processione fin dentro alla Collegiata di San Giovanni Battista, dove rimarrà sino all’ultima domenica di Settembre, giorno in cui, dopo una Santa Messa, con un’altra solenne processione sarà riportata nella chiesa a lui dedicata, dove si celebrerà un’altra Santa Messa.

Questo slideshow richiede JavaScript.