2011 – “Sottosopra”

sottosopra“Sottosopra: come in cielo così in terra” è il tema del nostro quinto Grest durante il quale si da continuità al lavoro svolto nell’estate precendente.
Chissà quante volte abbiamo recitato il Padre Nostro e chissà quindi quante volte abbiamo detto “come in cielo, così in terra”.

La scrittura esordisce così: “In principio Dio creò il cielo e la terra” (Gn 1,1), quasi a precisarne il legame e l’intrinseca unità. Non c’è distanza o opposizione tra cielo e terra, ma prossimità e continuità. Del resto nell’incarnazione Dio viene sulla terra per aprire agli uomini la strada del cielo. La terra è il luogo dove si svolge la vita degli uomini e si dispiega storia dell’umanità. Sulla terra Dio viene incontro all’uomo, si manifesta in pienezza nell’incarnazione di Gesù che percorre le strade del mondo. Tramite le attività con i ragazzi abbiamo voluto far capire loro il mistero della creazione in primis, in secundis l’importanza di accogliere il dono, a noi concesso da Dio, di abitare questo mondo così incredibilmente ricco, e l’imprescindibile dovere di custodirlo per donarlo ai nostri figli.